7/19/2013

Weekend d'inizio agosto sul Garda all'insegna del Biologico

WEEKEND D’INIZIO AGOSTO SUL GARDA 
ALL’INSEGNA DEL BIOLOGICO

Si rinnova dal 2 al 5 agosto 2013 nel Castello di Polpenazze del Garda (Bs) l’appuntamento con la “Biofesta”, ormai tradizionale rassegna dell’estate gardesana dedicata alle produzioni biologiche dei territori bresciani e lombardi: in programma 4 giorni per conoscere le tipicità del territorio e gli stili di vita ecocompatibili, tra enogastronomia, musica e riflessioni etiche.

L’arrivo di agosto sul Garda porta in dote un nuovo appuntamento con la Biofesta: una tradizione che si rinnova ormai da 15 edizioni, all’insegna di un successo sempre crescente, e che anche quest’anno tornerà in scena dal 2 al 5 agosto nella consueta, suggestiva cornice del castello di Polpenazze del Garda (Bs), nel cuore della Valtènesi. A curare l’organizzazione dell’evento saranno come sempre l’associazione Naturalmente in collaborazione con La Buona Terra, l’associazione lombarda degli agricoltori biologici e biodinamici capitanata dalla neo-presidentessa Emanuela Ferraris. Un sodalizio che ha sede in provincia di Brescia ed associa oltre 180 produttori e trasformatori, oltre a circa 35 artigiani e commercianti di referenze non food. Il concept di base della manifestazione rimane sempre legato all’obbiettivo di promuovere una cultura del biologico a 360 gradi, secondo un’ottica capace di partire dalla tavola per abbracciare tutti gli aspetti della vita quotidiana: questo il presupposto fondamentale di un lungo weekend d’inizio agosto ricco di appuntamenti enogastronomici e culturali, di eventi musicali dal vivo ma anche di riflessioni sul senso di una scelta intimamente legata al rispetto per la terra e l’ambiente.
La Biofesta di Polpenazze si è ormai affermata come una delle più importanti vetrine nazionali dedicate al mondo del biologico – afferma Silvano Delai, past president de La Buona Terra ed attuale referente dell’organismo per la manifestazione -. Una rassegna all’insegna della convivialità e dell’ospitalità gardesana, nella quale però non manca una connotazione spirituale: sotto questo punto di vista anche quest’anno uno dei momenti principali del programma sarà rappresentato dalla presenza di don Gabriele Scalmana, responsabile della Pastorale del Creato per la Diocesi di Brescia, che grazie alla collaborazione del parroco di Polpenazze don Rinaldo Bellini tornerà ad offrirci nuovi spunti di meditazione, al solito estremamente puntuali e pertinenti, sull’importanza ed il senso dell’agricoltura biologica nella sua omelia durante la Santa Messa di domenica 4”.
Insomma, la Biofesta rappresenta anche un momento per immaginare collettivamente un futuro realmente a misura d’ambiente, partendo magari dalla scelta dei cibi che si portano in tavola ogni giorno: fondamentale sotto quest’ultimo punto di vista la presenza a Polpenazze del grande mercato dei produttori, cuore della festa aperto sabato 3 a partire dalle 16 e domenica 4 dalle 9: saranno 35 le aziende presenti in fiera, con in primo piano le realtà che proporranno le specialità agroalimentari del territorio. In primo pano i vini della Valtènesi, territorio di grandi tradizioni dove è già biologico il 25% del vigneto iscritto all’albo, ma anche il pregiato olio extravergine di oliva, tutelato a livello comunitario dalla Denominazione di Origine Protetta Garda Bresciano, oltre a formaggi, salumi, confetture, miele, farine e molto altro ancora. Non mancheranno stand dedicati alla produzioni non food, ovvero a tutte quelle referenze artigianali che hanno adottato a tutti gli effetti la filosofia del biologico (dall’abbigliamento alla cosmesi, dai prodotti per la cura del corpo a quelli per il risparmio energetico).
Allo stand gastronomico, aperto fin da venerdì 3 alle 19.30, si rinnoverà la curiosità dei visitatori per il “Bio Spiedo”, variante biologica del più classico fra i piatti della gastronomia bresciana che da sempre rappresenta uno dei maggiori motivi di curiosità della Biofesta. Non mancheranno altre proposte gastronomiche territoriali, sempre naturalmente preparate con prodotti provenienti rigorosamente da aziende biologiche certificate. Di particolare rilievo anche il programma musicale, tutto all’insegna di sonorità tra folk, blues, rock e sonorità etniche, che nelle serate vedrà sfilare formazioni ormai affermate come i siciliani Corimè (il 2), West Coast Sound e Jonathan Blues Band (il 3), La Banda del Sur di Luca Artioli (il 4) e la Alan Farrington Band (il 5). Non mancheranno momenti ricreativi come un laboratorio sul gelato, una mostra fotografica tutta da visitare ed altri appuntamenti come la Bio-passeggiata tra le colture biologiche, in programma per la mattina di domenica alle 9. Saranno infine presenti numerose realtà associative che presenteranno le loro attività.

La cascata tra notte e gusto a Valbondione 20 Luglio

20 luglio - LA CASCATA TRA NOTTE E GUSTO A VALBONDIONE


Il Consorzio Turistico Valbondione promuove ed organizza Sabato 20 luglio la sesta edizione de "LA CASCATA TRA NOTTE E GUSTO", camminata enogastronomica in notturna per ammirare le famose Cascate del fiume Serio.
Programma 2013
Partenza della camminata ore 15.00, concerto in quota del Quintetto di Ottoni "insubrass"in quota alle ore 20.00 e apertura delle cascate dalle ore 22.00 alle ore 22.30.

Due i percorsi proposti:PERCORSO A Bondione (max 1.000 partecipanti) ritrovo ore 15.00 presso il Palazzetto dello Sport di Valbondione
PERCORSO B Lizzola (max 300 partecipanti) ritrovo ore 14.00 presso il Palazzetto dello Sport di Valbondione e trasporto gratuito con bus navetta per la località Lizzola

ISCRIZIONI
La quota di iscrizione è di Euro 22,00 per adulto, Euro 17,00 per bambino fino a 12 anni.
Bambini 0-3 anni gratis.
Il pagamento della quota avverrà all'atto dell'iscrizione mediante bonifico bancario, intestato a CONSORZIO TURISTICO VALBONDIONE c/c numero 1000/1303 Banca Intesa San Paolo filiale di Valbondione; IT 39 Z 03069 53670 1000 0000 1303

L'iscrizione comprende: parcheggio, gadget, buono pasto per ogni tappa e diploma di partecipazione.Per le iscrizioni dovrà essere compilato l'apposito modulo che dovrà essere spedito tramite email all'indirizzo  info@turismovalbondione.it  o tramite fax al n. 0346/44665.
L'iscrizione verrà ritenuta valida solo se il modulo inviato sarà compilato e sottoscritto in ogni sua parte, comprensivo della "Dichiarazione di assunzione del rischio ed esonero di responsabilità", e in allegato sarà inviata copia della ricevuta del bonifico.

Programma, modulo d'iscrizione e regolamento scaricabile da www.turismovalbondione.it - TEL. 0346.44665

7/15/2013

Sagra del Taleggio il 21 luglio Paghera Val Taleggio BG

Sagra del taleggio

Frazione Peghera Taleggio (Bg) • Lombardia
Altiformaggi: Consorzio Tutela taleggio
Si terrà a Peghera (Val Taleggio – BG) il prossimo 21 luglio, la VI edizione della Sagra del Taleggio che, come consuetudine, richiama, fin dal primo anno, migliaia di appassionati e coinvolge grandi e bambini in simpatiche iniziative.
Viene sottolineato, con il titolo “Sapori e tradizioni”, quanto il territorio esprima in termini di valorizzazione agro-alimentare, frutto del lavoro, costante ed appassionato, di colo che sono rimasti in valle.
Il Consorzio Tutela Taleggio offrirà il proprio contributo di conoscenza attraverso un’intensa attività di animazione.
Saranno offerti ai presenti anche due gustosi appuntamenti, che vedranno la presentazione di un simpatico abbinamento Taleggio/birra.
Una giornata aperta a tutti coloro che vorranno godere di un panorama unico da contemplare e, perché no, con un occhio agli invitanti piatti offerti.
 L'assessore provinciale l'ha dichiarato: la Val Taleggio e i suoi prodotti puntano all'Expo, e per farlo sono disposti a tutto. Anche a ingozzare l'intera Lombardia di taleggio e strachitunt finché perfino i più scettici non avranno steso un tappeto rosso da Peghera alla Fiera di Milano. Gli ultimi anni questa “chiamata alle armi” ha ottenuto un successo superiore alle aspettative, con tanto di arrivo trionfale di una sessantina di centauri affiliati al Ticino Chapter south Switzerland, pronti a ingozzarsi di formaggi dop per poi tornarsene rombando nelle loro valli. Se non c'eravate, è bene che poniate subito rimedio alla vostra mancanza: da qui al 2015 avete solo due edizioni per rodarvi lo stomaco a dovere. 
Per gli amanti del Taleggio consiglio anche questo LINK :
http://www.altiformaggi.it 



Ringraziamo  www.zero.eu per l'articolo-

La Sagra dei Pizzoccheri 27/28 luglio Teglio

 I famosi pizzoccheri valtellinesi, preparati nella ricetta originale

 La Sagra dei Pizzoccheri



La Sagra dei Pizzoccheri si terrà come da pluridecennale tradizione l'ultimo weekend di luglio, inizierà la sera di sabato 27 luglio e si chiuderà con la serata di domenica 28 luglio, nella caratteristica panoramica posizione ai piedi della Torre di Teglio. Per altre informazioni visitate il sito dedicato alla sagra: www.astel-teglio.it/pizzoccheri




Sabato 27 Luglio

  • 19.00 Apertura della cucina
  • 21.00 Serata danzante

Domenica 28 Luglio

  • 12.00 Apertura della cucina
  • 15.00 Visite alla torre e
    Intrattenimento pomeridiano
  • 19.00 Apertura della cucina
  • 21.00 Serata danzante
 ***************************

MENU'

 

Pizzoccheri

alla valtellinese

-----

Sciatt

con cicoria

------

Salciccia o braciola

alla piastra

------

Casera DOP

e salumi valtellinesi

----------------

Ciambella dolce

(solo la domenica fino ad esaurimento scorte)

-----------------

Vino rosso

valtellinese

------------------

Birra artigianale

alla spina

7/11/2013

MangiaeVai 14 Luglio 2013 Ponte di Legno

 

Divenuta il fiore all'occhiello dell'Alta Valle Camonica, la manifestazione estiva "Mangia e Vai", giunta alla nona edizione, è una passeggiata diurna non competitiva che si svolge ogni anno nel mese di luglio tra i suggestivi panorami dei Parchi naturali dell'Adamello e dello Stelvio. Antiche tradizioni gastronomiche accompagnano l'ospite in un percorso semipianeggiante che si snoda lungo la Valle delle Messi e la Valle di Viso, per una lunghezza di circa 11 Km e un dislivello in salita di soli 200 mt. Tale evento può essere vissuto da tutti, bambini e adulti, non necessita di alcuna preparazione atletica particolare e il tutto si svolge nella massima tranquillità e sicurezza lungo le caratteristiche strade rurali circostanti le frazioni di Pezzo e Precasaglio nel comune di Ponte di Legno. Prodotti tipici locali e piatti tradizionali cucinati con gli stessi ingredienti e metodi di una volta vengono distribuiti a tutti i partecipanti presso i punti ristoro allestiti lungo la camminata trascorrendo una giornata all'insegna dell'allegria e del divertimento. Il silenzio profondo delle nostre montagne rotto a tratti dal vociare festoso della gente e gli scenari suggestivi che si aprono ad ogni passo fanno di questo evento un'esperienza da non perdere e un appuntamento denso di forti emozioni. Trascorrerete una giornata all'insegna della natura, della buona cucina e del divertimento. Vi aspettiamo numerosi!!!



La partenza è a S.Apollonia (raggiungibile con il bus navetta) dove, dalle ore 8.30, si ritirano i mangiapass. In località Silizzi la prima sosta nei pressi della vasta area attrezzata all’interno del Parco dello Stelvio dove vi attendono l'aperitivo e il gadget ricordo. Attraversando le Case del Toss si ritorna a S. Apollonia per ritirare acqua, degustare il "Fiurit" del caseificio di Oscar e, per chi lo desidera, dissetarsi alla famosa fonte ferruginosa dalle proprietà curative visitando nel frattempo la graziosa chiesetta di S. Rocco. Lungo la stradina racchiusa tra muretti di pietra si prosegue fino alle Case di Gioco dove viene servito l’antipasto di affettati nostrani, formagella, pane di segale e vino bianco per poi proseguire verso Pezzo per degustare i famosi calsù della Mangiaevai preparati con una ricetta inedita.
Ci si addentra poi nella Valle di Viso dove, al Ponte dei Martinoli, vi attende il tradizionale brodo di gallina e in loc. Valmalze un buon sorbetto vi rinfrescherà. A seguire un piccolo strappetto in salita vi porterà allo spezzatino e salamella con polenta e vino rosso che verrà servito tra le suggestive Case di Viso (alle ore 15.00 nella locale chiesetta celebrazione della S.Messa). Per guadagnarsi il formaggio stagionato di malga e la frutta bisogna camminare fino alle baite di Pirli. Prima di scendere lungo il sentiero che riconduce a Pezzo è possibile degustare, nella soprastante pineta, un buon caffè de scandèla. Si riattraversa il centro storico del paese e ci si congiunge alla strada sterrata in discesa fino a Planpezzo per scoprire dolci  e torta. Qui, prima di concludere la manifestazione, ti attende la degustazione offerta dal "Liquorificio Adamello" e le allegre bancarelle di prodotti locali e artigianali. L’accompagnamento musicale, vari intrattenimenti e tante altre sorprese allieteranno tutto il percorso della Mangiaevai: vi aspettiamo numerosi !!!